8 Dicembre 2020 – 8 Dicembre 2021
L’anno di San Giuseppe

San Giuseppe, custode del Redentore e sposo della Vergine Maria.

Papa Francesco, per ricordare l’avvenuta proclamazione di San Giuseppe a Patrono della Chiesa da parte di Papa Pio IX nel 1871, ha voluto indire un anno speciale, che si conclude l’8 dicembre 2021, al fine di perpetuare l’affidamento di tutta la Chiesa al  patrocinio del Custode di Gesù.

Lo ha indetto avendo consapevolezza della realtà odierna, che coinvolge non solo la comunità dei credenti ma l’intera umanità ed ha come sfondo la pandemia da Covid 19 che – scrive Francesco  nella  lettera apostolica “Patris corde – Con cuore di Padre”- ci ha fatto comprendere l’importanza delle persone comuni, quelle che, lontane dalla ribalta, esercitano ogni giorno pazienza e infondono speranza, seminando corresponsabilità.

Sotto la neve pane

Editoriale del parroco
Il Santo della Provvidenza
Bollettino Parrocchiale del Duomo di Thiene
Dicembre 2021 – Gennaio 2022

Anticamente risuonava nelle case dei contadini un proverbio che nutriva la speranza negli inverni troppo freddi e carichi di nevicate. «Sotto la neve pane, sotto la pioggia fame».
Nella bibbia due immagini molto belle mettono in relazione la neve al perdono dei peccati. La misericordia di Dio – che giunge a noi con la nascita di Gesù – è talmente grande da cancellare ogni macchia di peccato e proprio per questo il penitente del Salmo 51 (v.9) si rivolge al Signore supplicandolo di purificarlo e renderlo bianco e candido come la neve. A questa richiesta risponde il brano del profeta Isaia (1,18) dove Dio dichiara di voler purificare i nostri peccati sbiancando il loro color scarlatto per renderli come la neve. Contemplare il dono della neve vuole dunque aiutarci a meditare sull’amore misericordioso di questo Dio, che ci ha resi candidi lavandoci con il sangue dell’agnello. Questo Agnello vogliamo
prepararci ad accogliere col prossimo Avvento.

Verso un noi sempre più grande

Il Signore viene e fa dell’umanità un “noi sempre più grande”

AVVENTO E NATALE 2021

Il tempo di Avvento e Natale vede ciascuno di noi, che è la Chiesa, andare incontro al Signore che viene: Egli è la “carità” del Padre, la tenerezza che Egli dona all’umanità rendendola capace di allargare i confini del cuore all’amore più autentico, “verso un ‘noi’ sempre più grande”, come ha scritto papa Francesco nel suo Messaggio per la Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato di quest’anno.
Vivere l’Avvento e il Natale, significa chiamare il Signore che viene. Questa nostra supplica oltre che nella preghiera avviene con i gesti del vangelo, è quindi un celebrare la carità di Dio che viene in mezzo a noi, accogliendola nell’ascolto che si fa oggi testimonianza e apertura sincera verso tutti: “il tempo presente… ci mostra che il noi voluto da Dio è rotto e frammentato, ferito e sfigurato. E questo si verifica specialmente nei momenti di maggiore crisi, come ora per la pandemia” (Papa Francesco).

IL SINODO …NELLA NOSTRA COMUNITÀ

E’ arrivato il momento di iniziare il cammino del Sinodo diocesano nella nostra comunità. Il vescovo Claudio nel maggio scorso ha indetto il Sinodo della Diocesi di Padova, dando l’avvio ad un grande cammino di riflessione, ascolto, racconto e sogno per il futuro, che durerà alcuni anni. L’obiettivo è il rinnovamento del modo di essere Chiesa e di vivere il Vangelo.

Leggi l’ultimo foglietto domenicale!

È il miglior modo per restare sempre aggiornato sulle ultime iniziative della nostra Parrocchia 👍🏻

Questo tempo unico e particolare ha cambiato le dinamiche della vita comunitaria parrocchiale e anche i percorsi della catechesi.
Abbiamo interagito con i bambini, i ragazzi e le loro famiglie in modo diverso: incontri con nuove tecnologie, una telefonata, un messaggio, un saluto…

Con qualche novità (su proposta della CEI – Ufficio Catechistico Nazionale e della nostra diocesi) il nostro percorso ricomincia !!!

Itinerario di fede per Fidanzati chiamati a diventare Sposi nel Signore

Carissimi fidanzati, ci offriamo di accompagnare con amicizia e fraternità le coppie che desiderano fare assieme un cammino di fidanzamento, quale tempo di crescita e di grazia, di riscoperta della propria fede e di scelta del matrimonio come sacramento.

Gli incontri si svolgeranno il martedì sera alle 20.30 presso la sede delle Opere Parrocchiali del Duomo di Thiene in via San Francesco 4

Iscrizioni entro il 26 Ottobre telefonando allo 0445361093 (dalle 9.00 alle 12.00 di tutti i giorni tranne mercoledì e domenica)

Aggiornamento celebrazioni e orari in Duomo
Riprende la S. Messa domenicale delle ore 16:00

Confessioni in Duomo:

I confessori sono a disposizione tutti i sabati e le domeniche nella cappella delle confessioni.
Anche lunedì mattina, dopo la Santa Messa delle 9.00.

L’Adorazione ed il Rosario giornaliero continuano come sempre.
L’adorazione vedrà i seguenti orari da lunedì a venerdì: dalle 9:00 alle 12:00 e dalle 15:00 alle 19:00.
Recita del S. Rosario dal lunedì al venerdì, alle ore 18.30.

Green pass e celebrazioni liturgiche

Il Decreto Legge del 23 luglio 2021, come ormai noto, introduce l’obbligo di munirsi di certificazione verde (“Green Pass”) per usufruire di alcuni servizi o prendere parte ad alcune attività determinate dalla Legge.

La certificazione NON è richiesta per partecipare alle celebrazioni.

Si continuerà a osservare quanto previsto dal Protocollo CEI-Governo del 7 maggio 2020, integrato con le successive indicazioni del Comitato tecnico-scientifico: mascherine, distanziamento tra i banchi, comunione solo nella mano, niente scambio della pace con la stretta di mano, acquasantiere vuote.

Concluse le attività estive

Sono terminati i campi scuola estivi. Sono state delle esperienze di crescita, di condivisione, di riflessione e di divertimento per i bambini, i ragazzi e i giovanissimi.

Un grandissimo ringraziamento va agli animatori e agli educatori, alle cuoche e atutti i volontari.

…chiudi la porta e prega il Padre tuo, che è nel segreto
(Mt 6,6)

Molte volte nel vangelo Gesù parla della forza della preghiera: talora sembra l’unica richiesta o l’unica condizione che pone (vedi nel caso in cui si chiedano vocazioni). Spinti dall’invito del Maestro, è nata l’idea di creare un gruppo di persone che pregano: l’impegno è sempre personale. I membri si impegnano a pregare per la parrocchia e secondo le intenzioni date di volta in volta dal parroco.
La preghiera potrà essere fatta a casa, o in chiesa, o in un luogo che lo permetta. Ma sarà fatta sempre a livello personale. I membri del gruppo rimarranno anonimi, anche gli uni agli altri (sempre che non siano loro stessi a comunicarlo).
Si può aderire solo avvicinando personalmente il parroco.
È richiesta la fedeltà quotidiana alla preghiera del rosario e alla celebrazione di un’ora della “liturgia delle ore” di quel giorno. Ogni indicazione verrà meglio data nel dialogo personale.
Se pensi di poter dare questa disponibilità mettiti in contatto con il parroco.

La sostenibilità di una parrocchia dipende esclusivamente dall’impegno di chi la vive

Il tuo contributo economico, anche un piccolo importo, è un modo importante di far sentire la tua vicinanza alla comunità del Duomo. Sappiamo tutti che le offerte della domenica ormai non bastano più a sostenere le spese di una parrocchia: per questo chiediamo a tutti di farsi carico delle necessità economiche della comunità. E’ possibile effettuare una donazione con bonifico bancario ed anche con Satispay

Riprendere fiducia, coltivare coraggio, riscoprire la forza della carità nelle comunità, oltre il Covid, oltre la crisi.
Il “Sostegno sociale parrocchiale” è l’iniziativa concreta, inserita nell’orizzonte dato dalla Diocesi a tutte le comunità cristiane per vivere l’anno pastorale: “La carità al tempo della fragilità”

Sostieni il nostro centro parrocchiale!

Contribuisci con il tuo 5 x MILLE a sostenere il tuo centro parrocchiale! Si indichi il codice fiscale dell’Associazione, o lo si consegni al consulente fiscale o al CAF, per la dichiarazione dei redditi.

CODICE FISCALE del “CIRCOLO NOI SEDE OO.PP”. – C.F. 93011760241

Benvenuto don Luca

«Non temere, perché io sono con te» Is 14,10

Il Vescovo Claudio, informandomi della nomina del nuovo vicario parrocchiale, mi passava una indicazione precisa, un riferimento di contenuti e di metodi pastorali, che aveva sviluppato nella omelia delle ordinazioni di quest’anno.